Come raccogliere la bava di lumaca ad uso cosmetico

La bava di lumaca è un ingrediente ormai decisamente affermato nell’industria cosmetica. Se non ne avete mai sentito parlare, magari, vi sembrerà proprio strano che la bava delle chiocciole venga raccolta per essere trasformata nell’ingrediente base di tanti prodotti di bellezza. Questo è del tutto comprensibile. Ma non appena vi informerete un po’ a proposito della bava di lumaca, ad esempio leggendo gli articoli in questo blog, capirete perché la bava di lumaca è diventata l’ingrediente principale di creme viso, sieri, creme corpo, stick labbra, saponi, creme mani.

Le vitamine, peptidi e principi attivi contenuti in maniera del tutto naturale, come l’acido glicolico e l’allantoina, ne fanno un vero e proprio elisir di bellezza per la luminosità, l’idratazione della pelle e contro tutte le sue imperfezioni. Resta però il fatto che fino a qualche anno fa non avreste mai immaginato che le chiocciole avrebbero potuto regalare alle donne (ma non solo!) un tale segreto di bellezza. Cresce allora tanta curiosità intorno a questo ingrediente, ed è del tutto normale. Ad esempio, vi starete di certo chiedendo, ma come faranno mai a raccogliere la bava di lumaca ad uso cosmetico?

I segreti dietro l’impiego della Bava di Lumaca

State per soddisfare questa vostra curiosità! Iniziamo col dire che la bava di lumaca impiegata ad uso cosmetico (ma anche alimentare e farmaceutico) è quella che viene prodotta dalla Helix aspersa. Si tratta, in poche parole, delle comuni lumache che non di rado possiamo trovare nei nostri giardini, e che ognuno di noi ha visto dal vivo almeno una volta nella vita.

Elicicoltura: questa è la parola che indica l’allevamento delle lumache. La bava di lumaca che viene utilizzata in creme, saponi, sieri ecc è un prodotto del tutto naturale: questo significa che non vengono aggiunte sostanze chimiche al prodotto così come si presenta in natura. Certo, la bava di lumaca va un po’ lavorata per permetterle di essere trasformata in un ingrediente cosmetico perfetto.

Questo viene fatto attraverso due distinti procedimenti: quello della sgrossatura, e un altro, di brillantatura. In Italia si predilige il metodo dell’allevamento all’aperto, che è una tipologia di allevamento persino migliore rispetto a quello degli altri paesi, dove le lumache vengono allevate in ambienti ben più artificiali. Ci si assicura che sia le piccole lumache che quelle adulte abbiano il nutrimento adeguato.

Il raccoglimento della bava delle chiocciole avviene attraverso il metodo della stimolazione manuale. Si raccolgono le lumache con più di un anno e queste vengono lavate con cura con acqua potabile. Una volta fatto questo, ed essersi assicurati che le chiocciole sono perfettamente pulite, le si mette in una tinozza e con le mani si fa in modo che esse si muovano, sempre delicatamente. Questo muoverle fa sì che le lumache producano naturalmente la famosa bava per cui da sempre sono da tutti conosciute.

Fatto questo, le lumache vengono nuovamente lavate e poi di nuovo riportate nell’allevamento da cui sono state prelevate. In questo modo gli animali non subiscono danni. Si procede poi alla filtrazione della bava ottenuta. Ecco che così sarà purissima e non ci sarà nessuna impurità.

Un toccasana del tutto naturale per la tua pelle

La bava di lumaca, come accennato prima, è un prodotto al 100% naturale: è naturalmente che contiene tutte queste sostanze e principi attivi come vitamine, peptidi, acido glicolico e allantoina indispensabili per mantenere la pelle sempre elastica e idratata. E, come abbiamo appena visto, è del tutto naturale anche nel procedimento attraverso cui viene ottenuta.

La sua naturalità la rende il prodotto ideale per le pelli sensibili e soggette ad irritazione. Essa è, addirittura, il prodotto indicato come rimedio per arrossamenti, scottature, oltre che per cicatrici, acne, smagliature e rughe. È un prodotto così naturale che può essere utilizzato in tutta tranquillità anche dalle donne in dolce attesa.

 

1 Comments

  1. Vincenza
    Vincenza
    , 2017-04-30

    Buonasera volevo sapere ma si può applicare sempre anche quando si espone al sole grazie

    Quote

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked